Apertura dell`attività in pista

Ormai da diversi anni, il passaggio dall’attività invernale all’apertura dell’attività in pista coincide con il “Trofeo città di Lecce” (anche se a dire la verità, quest’anno il FTP Saverio Sabina ha proposto anche nei mesi invernali, per la prima volta, degli appuntamenti in pista); il trofeo è organizzato dalla ASD Top Runners Lecce presieduta dalla prof. Sandra Buscicchio ed è giunto alla 18° edizione. Da alcuni anni il trofeo coincide anche con l’apertura del progetto “Stadion 192”, ideato da Rocco Ancora (responsabile del settore master in pista della Fidal Puglia) che negli anni è riuscito a coinvolgere anche altre regioni italiane, facendo così diventare lo “Stadion 192” un progetto interregionale. La giornata non proprio ideale, presenta un tiepido sole ma il vento condiziona le prestazioni. Alla manifestazione possono partecipare anche i cadetti con due gare di contorno; infatti sono proprio loro ad aprire le gare con gli 80 metri delle cadette, e al termine delle quattro serie previste il miglior tempo lo stabilisce Gioia De Leo tesserata Atletica Tricase con il crono fermo a 11”31. Intanto partono anche le altre gare e mentre si svolge il salto in alto e il lancio del giavellotto, le corse continuano con gli 80mt cadetti, cinque le serie maschili con vincitore Federico Paladini della “Atl. Montefusco Lecce” con un ottimo 9”77. L’altra gara riservata ai cadetti è il lancio del giavellotto con le affermazioni di Claudia Lippo (L’Amico-Cras Taranto) con mt. 33,03 e di Gabriele Lorenzo con mt. 32,03 tesserato Montefusco Lecce. Con le gare riservate agli atleti del settore assoluto e master si parte con la corsa più lunga prevista in programma, i 3.000 metri e al femminile fa corsa in solitaria Delia Mastrorosa SF35 del CUS Bari vincendo in 11’19”41 mentre al maschile si afferma l’atleta SM35 dell’Apuliathletica Andrea Petarra in 9’39”94. Nel frattempo spazio anche per il getto del peso, mentre le corse si spostano sulla velocità, 100 metri femminili il miglior crono è di Alessia Notaro 14”11 allieva tesserata USD Elite Giovani Atleti e tra gli uomini miglior tempo 11”56 per il senior Kevin Argentiero della Aden Exprivia Molfetta. Sul doppio giro di pista la vittoria va a Letizia Gabriele allieva della Alteratletica Locorotondo 2’20”85 e a Stefano Malorgio senior della Saracenatletica in 2’15”85. Si chiudono le corse con le varie serie del giro di pista, 400 metri che in questa prima uscita stagionale vedono la vittoria di Isabella Schifoni SF35 Ostuni Runners in 1’13”86 e Antonio De Donatis 52”19 per lo junior dell’Atl. Am. Cisternino. Di seguito i vincitori nei concorsi che sono stati: nell’alto entrambi allievi della Amico-Cras Taranto Gaia Adamo e Valerio Zingarelli. Nel giavellotto i migliori risultati sono ottenuti con l’attrezzo di 400gr dalla SF80 Maria Lategana Top Runners Lecce; con il 500gr dall’allieva della Galatletica Dream Team Rebecca De Paolis; con il 600gr vince la promessa Jeannette Longo (Amatori Atl. Acquaviva) e tra gli uomini Antonello Ferretti SM60 Amico-Cras Taranto; attrezzo da 700gr è scagliato più lontano da tutti ad opera di Giovanni De Cesare allievo Amico-Cras e infine giavellotto da 800gr con la vittoria di Luca Andriani SM45 della Tre Casali. Altro lancio previsto tra le gare è il getto del peso con le seguenti vittorie: 2kg Maria Lategana SF80, 3kg Sandrina Buscicchio SF55 e 4kg Letizia Scarciglia SF35 tutte Top Runners Lecce mentre con il 4kg maschile migliore misura per Antonio Baldassarre SM70 Apuliathletica; 5kg Angelo Barbaro SM60 Olimpo Latiano; 6kg Emanuele Nuzzoli e kg.7,26 Francesco Trabacca rispettivamente junior e promessa della Elite Accademy Bari. Tra i tanti risultati notiamo le MPP ad opera di Letizia Scarciglia che nel giavellotto 600gr cat. SF35 ottiene metri 23,90; nel salto in alto eguaglia la sua stessa misura Paolo Gaetani SM65 saltando mt.1,45 e infine nel peso da 2kg SF80 Maria Lategana con mt. 7,23; peso da 6kg ad opera di Pasquale Podo del G.Pod. Duemila Ruffano e attrezzo che atterra a mt.10,67 infine eguaglia la MPP anche Luca Andriani Tre Casali che nella cat.SM45 ottiene mt. 11,00. Il trofeo città di Lecce assegnato al miglior punteggio tabellare della giornata tra i partecipanti del settore assoluto, in questo 2022 è andato a Letizia Gabriele della Alteratletica Locorotondo che negli 800 metri con 2’20”85 a totalizzato 781 punti e tra gli uomini a Francesco Trabacca della Elite Academy Bari che nel getto del peso ottiene la bellezza di 990 punti con 17,70 metri. Non solo attività agonistica in questa domenica, ma anche lo sguardo rivolto verso la formazione, con la prova pratica per i corsisti che si stanno qualificando per far crescere il numero di giudici disponibili ad operare con il finish link, la presenza dell’attrezzo in pista a Lecce ha permesso lo svolgimento di questa lezione. In contemporanea con il Trofeo città di Lecce, a San Pietro in Lama, si è sviluppato il raduno di marcia alla presenza del responsabile regionale Tommaso Caravella. Sono stati 27 i ragazzi presenti provenienti da tre società della provincia di Lecce, A.Ba.Cu.S., Galatletica Dream Team e APS Due Mondi società di casa che ha organizzato la logistica del raduno. I saluti del Presidente dell’APS Due Mondi, del primo cittadino di San Pietro in Lama Vito Mello, del delegato allo sport del medesimo Comune Ronzino Mele, dello stesso tecnico regionale Tommaso Caravella e del Vicepresidente della Fidal leccese Giovanni Dell’Atti, che hanno evidenziato ai presenti l’importanza di fare sport, di farlo con passione, andando così a poter forgiare le proprie qualità in misura a ciò che ognuno di loro si propone di ottenere, così come nella vita, hanno aperto la mattinata e lasciato poi spazio al mister di Giovinazzo che attraverso le diverse esercitazioni ha provato ad insegnare ai ragazzi a districarsi con più facilità nella disciplina della marcia. Appena il tempo di pranzare e Tommaso Caravella si è spostato al campo “Montefusco” a Lecce per la lezione prevista con i corsisti che stanno partecipando al corso istruttori indetto dalla Fidal Puglia per questo 2022. Anche gli aspiranti istruttori hanno potuto così ascoltare le tecniche utili per l’avviamento e la promozione di questa specialità, la marcia, che tante soddisfazioni ha portato alla Puglia ma anche a tutta l’Italia negli ultimi tempi.